cineforum per bambini-la mia prima esperienza
Primi passi

La prima volta al cineforum per bambini: una mezza sconfitta da ricordare

Ho portato Francesco al cineforum per bambini per la prima volta e l’ho fatto per testare la sua maturità. Compirà tre anni fra qualche settimana, non è capace di stare fermo nemmeno mentre mangia ma ho tentato la fortuna e non è andata molto bene.

È andata quasi bene perché dopo un’ora dall’inizio del cartone mi hanno chiamata per andare a riprenderlo. Nel paese in cui vivo c’è un baby parking che nel weekend organizza il cineforum per bambini. Gli fanno vedere un cartone tutti seduti e in silenzio, gli danno la merenda e poi si può restare anche per cena. A me interessava fargli vivere una nuova esperienza, avvicinarlo alla condivisione con bambini che non conosce e farlo svagare.

Continue Reading

mamme che mostrano le debolezze
Parole di mamma, Vita da mamma

Amo le mamme che mostrano le loro debolezze

Amo le mamme che non hanno paura e mostrano le debolezze. Che si commuovono per un successo del figlio senza pensare di essere stupide o troppo smielate. Che non si vergognano di dire alla gente quando sono stanche, nervose, affaticate anche se non hanno fatto granché.
Che vivono ogni giornata prendendo quello che ha di buono da dare ma anche tutta la sporcizia, l’ansia e le bruttezze a cui siamo abituate a conoscere nella società in cui viviamo. Che non temono il confronto con una mamma sempre sorridente. Che quel sorriso non hanno voglia di tenerlo stampato sempre in faccia.

Continue Reading

Paura di ingrassare in gravidanza
Alimentazione, Parole di mamma

Della paura di ingrassare in gravidanza

La paura di ingrassare in gravidanza riguarda tutte le donne, anche quelle magre. C’è chi non ha mai avuto un filo di pancia, chi ha sempre avuto un fisico morbido. Non importa: tutte  le donne quando assistono al cambiamento del loro corpo, si preoccupano.

Colpa gli ormoni del primo trimestre, del maledetto inconscio che rema contro di noi: è una paura stupida, lo so, ma arriva per tutte. Non credo conti nemmeno fare la dieta suggerita dal ginecologo o mangiare tutto quello che si ha voglia. È un problema che nasce da dentro, che ti porta a vivere momenti contrastanti tra felicità per la dolce attesa e la folle paura di essere grassa.

Continue Reading

prima ecografia a 12 settimane
Gravidanza, Primo Trimestre

La mia prima ecografia a 12 settimane (quella vera e sentita)

Non è stato come la prima volta. Non è stato come per Francesco. Con lui non capivo, mi sentivo insensibile, ghiacciata e quelle macchie nere non somigliavano al suo corpo. Ho vaghi ricordi emozionanti delle ecografie del primo figlio e anche se non vedevo l’ora di vederlo, in tutto ero inconsapevole.

Durante la prima gravidanza mi sono chiesta mille volte come potevo avere un bambino dentro e non capivo perché non riuscivo a riconoscerlo in un ecografo, come mai il cuore non batteva all’impazzata. E quando tornavo a casa, per quanto felice delle belle notizie, non avevo voglia di volare. Ero solo tranquilla che tutto stesse procedendo bene. Serena.

Continue Reading

pasqua per bambini e le uova dolci preziosi
Post sponsorizzati

Pasqua per i bambini è dolcezza e sorprese che sanno di desideri

È la prima Pasqua in cui Francesco capisce che sarà festa. Durante la sua attesa avevo mangiato le uova di Pasqua al posto suo, per fargliele conoscere da prima della nascita. L’anno scorso gli avevo fatto assaggiare il cioccolato per la prima volta e ne aveva capito subito la bontà, tanto che le avevo nascoste subito. Oggi, a quasi tre anni di vita, Francesco gira per la casa tra striduli e saltelli giocosi per dire “Mamma, apriamo le uova di Pasqua?”.

Continue Reading

gravidanza con un secondo figlio a casa
Gravidanza, Primo Trimestre

La mia gravidanza con un secondo figlio in casa: primi confronti

Incinta di Francesco ho trascorso tre mesi e mezzo con le nausee. Mangiavo grissini o un pezzo di pane con olio e sale, mio marito cucinava per sé, mi portava una mela a letto e io contavo minuti e giorni in attesa che finisse l’agonia. Ero triste per le nausee della gravidanza ma potevo decidere di restare a letto se lo volevo, di rispondere al sonno del corpo, di rilassarmi.
Guardavo la televisione, riuscivo a leggere qualche libro e apprezzavo il silenzio. Di quel periodo è il mio ricordo più bello, il silenzio, che oggi non esiste più perché in casa c’è un bambino piccolo che parla in continuazione.

Continue Reading