Affrontare il parto naturale
Gravidanza, Terzo Trimestre

Pensieri sparsi prima di affrontare il parto naturale

In queste notti fatico a prendere sonno, non trovo una posizione comoda per riposare. Per far passare il tempo penso a come affrontare il parto naturale, a quando arriverà quel momento.
Mi piace immaginare che cosa farò, dove e con chi sarò.
A pochi giorni dall’inizio del 9 mese di gravidanza, con un utero accorciato da fine luglio, così morbido da essere a riposo per far passare agosto, mi sembra che questi giorni passino con il contagocce.

Continue Reading

vacanza con i bambini-abbigliamento in valigia
Mamma travel, Parole di mamma

In vacanza con i bambini: l’abbigliamento da mettere in valigia

Partire in vacanza con i bambini è una sfida. Ha i suoi lati positivi anche se impegna molto di più rispetto a un viaggio di coppia o da single. Perché senza nessuna vergogna so che organizzare una vacanza con i bambini può essere davvero stressante. Bisogna pensare alla lista delle cose da portare in viaggio, all’abbigliamento da mettere in valigia, a quello che serve portare per non far annoiare i figli fuori casa. Può essere stressante sì ma anche un momento di crescita per tutta la famiglia. In questi tre anni da mamma ho capito che i bambini in vacanza crescono un sacco. Tutte le volte che Francesco ha viaggiato è tornato a casa con un bagaglio di conoscenza che l’ha reso più grande. I piccoli traguardi quando a due anni siamo andati a Firenze, imparare a parlare in maniera fluida la scorsa estate o tutti i momenti di crescita dal suo primo viaggio a 4 mesi per tornare in Sardegna.

Continue Reading

mare in gravidanza 8 mese
Mamma travel, Parole di mamma

Trovare la serenità al mare in gravidanza all’8 mese

Della Sardegna e dei giorni al mare in gravidanza all’8 mese ricorderò la frase rito di Francesco:

Ehi, bambino, giochiamo insieme?

La sua voglia di stare negli ombrelloni degli altri a condividere giochi e divertimenti. Il suo desiderio matto di fare ogni giorno qualcosa di diverso, di non annoiarsi mai. In quei giorni al mare, io col pancione seduta a osservarlo, Francesco è cresciuto molto ed è anche per questo che mi piace fargli fare cose diverse, portarlo con noi in ogni luogo in cui andiamo.

Continue Reading

Non sono una mamma di maschi
Parole di mamma, Vita da mamma

Non sono una mamma di maschi: ecco perché

Fra poco  arriva il mio secondo figlio, anche lui maschietto, ma non mi sento una mamma di maschi. Sono una mamma che desiderava tanto una femminuccia e non se ne vergogna di ammetterlo. Che ancora oggi entra nei negozi e guarda vestiti per bambine ma senza amare il celeste e il rosa. Ho sempre preferito i colori, tutti i colori, soprattutto quelli che non si usano di solito per i bimbi.

Un po’ fuori dalle righe in tanti contesti, amo i miei figli a prescindere dal sesso, vedo i maschietti non in base a uno stereotipo ma per quello che sono dalla nascita, per il loro carattere. Francesco coccolone e bacione a ogni secondo, monello da impegnarti 12 ore no stop, furbo, creativo, osservatore e curioso. Non so come sarà il carattere del secondo bambino che arriverà a settembre ma so che a prescindere dal fatto che non sia la femminuccia che desideravo, sarà riempito di tanto amore.

Continue Reading

lavorare in gravidanza fino al nono mese
Gravidanza, Terzo Trimestre

Perché finirò a lavorare in gravidanza fino al nono mese

Nel momento in cui ho scoperto di essere in dolce attesa ho fatto due promesse:

  • continuare a lavorare in gravidanza
  • Godermi il periodo di maternità dell’ultimo mese

Pensavo di farcela, di non dover lavorare in gravidanza fino al nono mese, presentare la domanda per andare in maternità e poi vivere gli ultimi due mesi prima del parto pensando solo alla pancia e al relax.  Pensavo di farcela e invece quella domanda non l’ho inviata e l’idea di riposarmi sta scemando di giorno in giorno.

Continue Reading

Le emozioni del corso preparto in ospedale a Siracusa
Gravidanza, Secondo Trimestre

Nuova gravidanza, nuovo corso preparto in ospedale a Siracusa

I primi mesi di gravidanza non pensavo al corso preparto. Sapevo di averlo già fatto tre anni fa, sapevo che non lo organizzavano più nel paese in cui vivo e nel caso dovevo viaggiare.

Con il passare dei giorni mi sono chiesta perché avrei dovuto frequentarlo per la seconda volta, che cosa avrei potuto imparare. Mi sembrava un impegno in più, da sommarsi a tutte le cose da fare. Un lavoro da gestire con la pancia e un bambino in piena fase capricci, clienti che vogliono sempre le consegne per ieri. Frequentare il corso intensivo di copywriting pubblicitario che sto seguendo da marzo. E cucinare, stirare i panni in casa che da qualche mese si sono magicamente triplicati, pulire, giocare con Francesco e ascoltare tutte le sue richieste.

Continue Reading